Gargantua Rouge – 2016

 “Tipicità e Terroir”

100% Vielles Vignes (mix di varietà tipico dei vigneti storici della media Valle d’Aosta)

 

La degustazione.

Obiettivo: Rispettare la tipicità di un vino di montagna. Il Gargantua è il vino della Famiglia Cunéaz, capostipite di tutta la gamma ed il principale rappresentante di una cultura enologica che si tramanda di generazione in generazione a Gressan. In onore di Nonno Pierino, per l’amore e per la dedizione con cui curava i vigneti e per tutti i valori che mi ha trasmesso. Grazie.

Abbinamento: Battuta di Fassone al coltello con scaglie di grana.

Dati tecnici

Grado Alcolico: 13,00 %

Annata: 2016

Vitigni e percentuali: uvaggio tipico dei vecchi vitigni della media Valle d’Aosta, Petit Rouge 60% e Cornalin, Vien de Nus, Premetta, Barbera, Gamay, Pinot Noir 40%

Bottiglie prodotte annue: 1.300

Denominazione di origine: Tavola

Vinificazione: Acciaio 100%

Maturazione in acciaio: 6 mesi

Affinamento in bottiglia: 1 mese

Prima Annata prodotta 2013

Il pensiero di Laurent…

La storia e il territorio

Il Gargantua Rouge è il vino della Famiglia Cuneaz. Capostipite di tutta la gamma, è il rappresentante principale di una cultura enologica che si tramanda di generazioni in generazioni a Gressan. La storicità della ricetta, il rispetto del territorio, delle vigne e dei vitigni così come sono, il rispetto dell’annata, sono le caratteristiche principali della visione per questo prodotto. L’obiettivo è quello di descrivere in maniera semplice le qualità pure della viticoltura del paese.

La ricetta tradizionale, il recupero della semplicità, la tutela delle origini, nel Rouge Gargantua troviamo tutti questi fattori. Un vino autentico.

L’autenticità è data anche dall’uvaggio, si è voluto recuperare alcuni ettari di “vielle vigne” del territorio di Gressan a 600 m.s.l.m.. In queste vigne storiche troviamo vitigni autoctoni valdostani come, Cornalin, Petit Rouge, Majolet, Vien de Nus, e altri, grandi classici italiani ed internazionali, anch’essi storici della zona, Barbera, Dolcetto, Freisa, Pinot Noir, Gamay.

Cave Gargantua tiene molto al recupero di queste zone nonostante il trend sia l’opposto, è sempre più difficile, infatti, la meccanizzazione della lavorazione e la raccolta, si tende ad abbandonare queste piante anche perché, la longevità delle stesse non permette una regolare produzione, condizionata in maniera importante dalla qualità dell’annata climatica. Ci sono voluti due anni di potature intelligenti prima del recupero completo della produzione dell’uva, le condizioni, critiche, avevano portato la pianta al limite del deperimento.

Caratteristiche del vino ed accorgimenti in cantina

L’obiettivo è quello di avere un vino fresco, semplice, onesto, da consumarsi a tutto pasto, beverino, ideale per la gettonatissima “Bocconata Valdostana”. Tra i 12° ed i 12,5°, alcune note tanniche danno al vino quel corpo necessario per non renderlo troppo delicato e fragile.

La vendemmia va effettuata nel momento ideale di maturazione dell’uva, seguendo appunto il criterio del rispetto dell’annata e del vitigno, l’onestà del frutto e del territorio fanno il resto. In cantina una vinificazione semplice, macerazioni non lunghe, dieci giorni circa, tempo della fermentazione alcolica. Il tutto avviene in vasche d’acciaio a temperatura controllata compresa la successiva fermentazione malolattica.

La limpidezza del vino viene poi raggiunta tramite tre mesi di affinamento in vasca e filtrazioni scalari.

Acquista online

Share This